L'OCCHIO DELLA TERRA

erbe aromatiche e oficinali nel giardino della fattoria didattica dell ortica a Savigno Valsamoggia Bologna vicino Zocca appennino
erbe aromatiche e oficinali nel giardino della fattoria didattica dell ortica a Savigno Valsamoggia Bologna vicino Zocca appennino
Oggi, giorno fiori, ho iniziato una nuova aiuola all'interno di quella grande: il risultato saranno tre cerchi concentrici; nel più interno ho piantato l'Issopo, nel mediano ci andranno origano e maggiorana e nel più esterno l'elicriso. Lo chiamiamo già, anche se ancora non esiste nella sua interezza, l'occhio della terra perchè visto dalla collina di fronte può sembrare un occhio, dal cielo mi sa che sembrerà un mirino.... Lo scopo sarà , oltre a quello di coltivare erbe officinali, di sdraiarsi internamente e lasciarsi avvolgere dai profumi.
erbe aromatiche e oficinali nel giardino della fattoria didattica dell ortica a Savigno Valsamoggia Bologna vicino Zocca appennino
All'issopo vengono attribuiti poteri magici e spirituali; si dice che fosse una delle piante sacre del paradiso, il suo profumo purifica e trasforma le energie pesanti rendendo l'ambiente e le persone spiritualmente tranquille. Dona un beneficio generale del corpo attraverso il buon umore. Il suo infuso assieme a salvia e rosmarino è un eccellente tonico generale e un grande depurativo dell'organismo,aiuta contro l'isterismo e la depressione.. La pianta è usata anche come un amuleto per allontanare il malocchio e ogni altra influenza negativa.
erbe aromatiche e oficinali nel giardino della fattoria didattica dell ortica a Savigno Valsamoggia Bologna vicino Zocca appennino
Il secondo cerchio o mediano è quello destinato all'origano e alla maggiorana, appartenenti entrambe alla famiglia delle labiate hanno molte proprietà in comune: antisettiche, antispasmodiche, espettoranti, parassiticida, stomachine e toniche, vengono usate per preservare l'apparato respiratorio e digerente o per l'azione stimolante sull'apparato nervoso. Per queste caratteristiche sono legate al simbolo della bontà e del conforto. Le si regalava alle ragazze che avevano patito una delusione d'amore, o agli uomini colpiti da un grave dispiacere.
pergolato di rose nel giardino della fattoria didattica dell ortica a Savigno Valsamoggia Bologna vicino Zocca appennino
Il terzo cerchio o il  più esterno sarà quello per l'elicriso che ha proprietà antistaminiche, antinfiammatorie, espettoranti e antibatteriche. Allevia psoriasi, dermatiti ed eczemi. L’Elicriso è anche detto “l’Erba del Sole” per il suo colore dorato. L’etimologia greca di elicriso è, infatti, un palese richiamo alle parole oro e sole. Dopo aver lasciato essiccare un mazzetto di elicriso per tutto l’anno, se lo si brucia in un falò durante la notte di San Giovanni, presto si incontrerà l’anima gemella. L’olio ha un aroma dolce, simile al miele, con un sottotono amaro leggerissimo. Ha la proprietà di mettere in moto la parte destra (intuitiva) del cervello. Questo è di enorme aiuto per ogni meditazione, terapia e lavoro per la crescita personale, così come per le arti creative: musica, pittura, poesia, ecc. Si dice che l’Elicriso induca a sentimenti di compassione.  E domani, altro giorno fiore, sarebbe carino riuscire a finire i cerchi. Chissà… 
gallina modenese nel giardino della fattoria didattica dell ortica a Savigno Valsamoggia Bologna vicino Zocca appennino
Intanto il pergolato continua a fiorire e meno male che la giornata si è conclusa con un temporale così non devo innaffiare….

Commenti