RAMARRO

confettura di petali di rosa, gelatina di tarassaco, oleolito di lavanda, oleolito di rosmarino, oleolito di cipresso, confettura di amarene, sali aromatizzati, ajon, sacchetti profumati, ghirlande, escursioni pic-nic

confettura di petali di rosa, gelatina di tarassaco, oleolito di lavanda, oleolito di rosmarino, oleolito di cipresso, confettura di amarene, sali aromatizzati, ajon, sacchetti profumati, ghirlande, escursioni pic-nic
SPECIE: RAMARRO Lacerta viridis
ORDINE : Squamati
SOTTORDINE: Sauria
FAMIGLIA: Lacertidae
confettura di petali di rosa, gelatina di tarassaco, oleolito di lavanda, oleolito di rosmarino, oleolito di cipresso, confettura di amarene, sali aromatizzati, ajon, sacchetti profumati, ghirlande, escursioni pic-nic
Il ramarro è la più grande lucertola italiana, può arrivare a 40 cm coda compresa. Maschio e femmina si distinguono abbastanza facilmente: lui più robusto, testa massiccia e larga, verde brillante sul dorso picchiettato di giallo limone e nero, ventre giallo e gola azzurra durante la stagione degli amori, lei verde più smorto, con due o quattro strie longitudinali chiare affiancate da punteggiature scure e niente gola azzurra.
confettura di petali di rosa, gelatina di tarassaco, oleolito di lavanda, oleolito di rosmarino, oleolito di cipresso, confettura di amarene, sali aromatizzati, ajon, sacchetti profumati, ghirlande, escursioni pic-nic
Il timpano nero si trova sulla linea che separa il capo massiccio dal corpo. La coda è lunga il doppio della testa e del tronco messi assieme. Animale diurno e territoriale, specialmente nel periodo riproduttivo, quando i maschi si scatenano in violente lotte.  I preliminari dell’accoppiamento sono fissi: il maschio morde la femmina prima alla base della coda, poi sul fianco e infine la feconda tenendola ferma con le zampe posteriori.
confettura di petali di rosa, gelatina di tarassaco, oleolito di lavanda, oleolito di rosmarino, oleolito di cipresso, confettura di amarene, sali aromatizzati, ajon, sacchetti profumati, ghirlande, escursioni pic-nic
Specie ovipara, depone le uova, una ventina, in una piccola buca poco profonda nel terreno e le abbandona. La femmina può deporre due volte: la prima verso la fine di maggio e la seconda il mese successivo. La deposizione avviene la sera o nel corso della notte. L'incubazione dura da 50 a 100 giorni, a seconda della temperatura.
confettura di petali di rosa, gelatina di tarassaco, oleolito di lavanda, oleolito di rosmarino, oleolito di cipresso, confettura di amarene, sali aromatizzati, ajon, sacchetti profumati, ghirlande, escursioni pic-nic
Alla nascita i piccoli misurano da 3 a 4,5 cm. Talvolta cadono preda degli adulti. Possono vivere dai cinque ai quindici anni. I cuccioli quando nascono sono già in grado di cacciare; la colorazione dorsale tende al marroncino uniforme, la gola e i fianchi sono verdi giallastri e le parti ventrali sono bianco sporco. Durante il secondo anno compaiono due linee laterali chiare su entrambi i lati del corpo. La prima volta che l’ho visto non ho capito cosa fosse, ho creduto che fosse un tipo diverso di lucertola e ovviamente era dentro l’orto.
confettura di petali di rosa, gelatina di tarassaco, oleolito di lavanda, oleolito di rosmarino, oleolito di cipresso, confettura di amarene, sali aromatizzati, ajon, sacchetti profumati, ghirlande, escursioni pic-nic
Si nutre in maniera molto varia: diversi tipi di insetti tipo i coleotteri, gli ortotteri, bruchi, ragni, ma anche bacche e frutti, addirittura per un periodo ci mangiavano le fragole. Occasionalmente vengono predati anche i neonati delle lucertole e dei micromammiferi. Il ramarro beve spesso, leccando le gocce di rugiada dalla vegetazione oppure recandosi alle fonti d'acqua nei periodi di siccità. Velocissimo, anche se si mimetizza alla perfezione all’avvicinarsi di un pericolo fugge con incredibile velocità. Se messo alle strette però può diventare aggressivo.
confettura di petali di rosa, gelatina di tarassaco, oleolito di lavanda, oleolito di rosmarino, oleolito di cipresso, confettura di amarene, sali aromatizzati, ajon, sacchetti profumati, ghirlande, escursioni pic-nic
Si dice che in presenza di serpenti velenosi o vipere emetta un fischio sibilante e che li affronti senza timore uscendone vincitore. Viene però cacciato da alcune specie di grossi serpenti come i biacchi. Se molestato si difende mordendo, ma i morsi sono poco dolorosi e assolutamente non velenosi. Comunque sia conviene non farsi mordere perché, benché questo accada raramente, dopo non molla la presa….. Ama erba alta, siepi, prati con vegetazione fitta dove rifugiarsi, boschi assolati. Non ama il caldo eccessivo tuttavia al mattino e al tramonto lo si può vedere a crogiolarsi al sole. Preferisce le zone umide. Noi ne abbiamo alcuni che vivono stabilmente nell’orto.  Durante l’inverno i ramarri svernano in cavità del suolo, sotto le pietre o le radici degli alberi. I maschi lasciano i rifugi invernali a Marzo ed iniziano subito a termoregolarsi con il sole, le femmine li seguono una quindicina di giorni più tardi. Un tempo tutti i ramarri europei erano considerati come un'unica specie: lacerta viridis. Oggi si preferisce chiamare i ramarri dell'Europa dell'ovest come Ramarro occidentale (Lacerta bilineata) e quelli dell'Europa dell'Est Ramarro orientale (Lacerta trilineata e Lacerta viridis).

Commenti