CRISANTEMO

Dittamo Lavanda Ortica confettura di rosa, gelatina di tarassaco, sali aromatizzati, oleolito di iperico, oleolito di rosmarino, oleolito di lavanda, oleolito di salvia, oleolito di cipresso, ghirlande.
Dittamo Lavanda Ortica confettura di rosa, gelatina di tarassaco, sali aromatizzati, oleolito di iperico, oleolito di rosmarino, oleolito di lavanda, oleolito di salvia, oleolito di cipresso, ghirlande.
SPECIE: CRISANTEMO Chrysanthemum
FAMIGLIA : Compositae, Asteraceae
Dittamo Lavanda Ortica confettura di rosa, gelatina di tarassaco, sali aromatizzati, oleolito di iperico, oleolito di rosmarino, oleolito di lavanda, oleolito di salvia, oleolito di cipresso, ghirlande.
Considerato in Italia il fiore dei cimiteri unicamente perché la sua stagione di fioritura coincide con le ricorrenze per i morti, sta incominciando a venir rivalutato come fiore di compagnia anche per i vivi. Io lo trovo un’ottima pianta da giardino: è in fiore tutti gli anni quando tutti gli altri dormono, sono secchi e hanno freddo. L’unica cura che gli rivolgo è pulirlo dal verde oramai rovinato a primavera e, ovviamente, durante i primi mesi, quando ancora non si vede nel prato, far attenzione a non tagliarlo via con tutte le erbacce…. A  me sono sempre piaciute tutte le varietà di crisantemo, è fra i miei fiori preferiti, però da piantare per terra non vanno bene tutte le varietà. Quelle che cresco in giardino sono sicuramente degli  “ibridi da fiorista” resistenti al freddo. Sono perenni, il primo cespuglio lo piantai almeno sei anni fa e rifiorisce tutti gli anni. Diventano alti circa quaranta cm, io non cimo i rami a metà primavera e li lascio liberi di crescere, hanno le foglie profondamente lobate, verde scuro.
C’è chi li chiama margherite coreane, ma dipende da chi li vende. Sono facili da trovare in vendita ad Ottobre Novembre in occasione dei santi: visto che vengono venduti per essere lasciati all’aperto nei cimiteri è più probabile che siano varietà resistenti al freddo.  A partire da Settembre si ricoprono di fiori, alcuni bianchi, alcuni viola, poco profumati, che sembrano margheritoni. La fioritura dura a lungo. Per avere dei fiori più grandi basterebbe eliminare i bocciolini che crescono accanto al bocciolo centrale, ma io preferisco che si formi una cupola fiorita.
Dittamo Lavanda Ortica confettura di rosa, gelatina di tarassaco, sali aromatizzati, oleolito di iperico, oleolito di rosmarino, oleolito di lavanda, oleolito di salvia, oleolito di cipresso, ghirlande.
In Estremo Oriente viene coltivato da almeno duemila anni. Compare come emblema principale nello stendardo imperiale del Giappone, con sedici petali che ricordano il sole nascente.  In Cina una leggenda afferma che esiste una fonte magica nascosta sotto una pianta di crisantemo, chi la trova e beve l’acqua diviene immortale. Si crede anche che se coltivato nel giardino salvi dalle ire divine e protegga dagli spiriti erranti. Altri ancora credono che le fate al plenilunio danzino fra i suoi petali.
Inoltre il fiore di crisantemo lo si può mangiare crudo in insalata o usare essicato in un tè.
N.d.a. Fondamentale è raccogliere erbe e fiori solo in posti non inquinati e dove non vengono usati prodotti chimici di qualunque tipo. Evitate frutteti e vigneti. Non tutte le erbe selvatiche sono commestibili, se non siete certi del riconoscimento non raccoglietele.


Commenti